Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Sportivizzare l'Aikido!  (Letto 14661 volte)

Offline GiBi

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 3.397
  • K.Ar.Ma.: +1471
  • Pratico: BJJ - Grappling(MMA)
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #30 il: Agosto 14, 2012, 09:56:30 am »
0
La terza è che la realtà applicativa di tutto questo richiede al praticante lo sviluppo di 2 palle di acciaio. La sincerità nell'allenamento e tutta la pratica hanno come obiettivo il creare, lo stimolare, il risvegliare questo atteggiamento mentale.
D'altra parte il pubblico che si avvicina a questa disciplina dal punto di vista delle palle, in media, parte già svantaggiato.Ecco perché è fondamentale l'interdisciplinarità.

Prendo spunto sperando di non andare OT:
Bingo, a tuo parere, come mai è proprio un certo target di gente (quello "con poche palle") che sceglie alcune discipline "mortali" dove le palle servono di acciaio, ed invece gli sport con tanto di regolamento, arbitro, protezioni ecc ecc sovente vengono praticati da gente che in fatto di attributi parte avvantaggiata?
Mi sembra un controsenso..

 

Offline Paguro49

  • Eroe
  • *****
  • Post: 6.087
  • ussignur
  • K.Ar.Ma.: +3102
  • Pratico: Va a ciapà i ratt ryu...ma lasa stà le pantegane della martesana
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #31 il: Agosto 14, 2012, 10:25:25 am »
+1
Si sarebbe un bel controsenso, concordo.
A mio avviso le ragioni sono proprio nei troppi equivoci attorno alla disciplina.
A partire dalla "via della pace e dell'amore" vista come dogma di base della disciplina invece che come punto d'arrivo del suo fondatore, il quale peraltro incitava a farsi ognuno il suo Aikido con le sue convinzioni.
Certi eccessi di morbidezza, mutuati dalla ricerca della fluidità e dell'Awase, finiscono per dar luogo a leve che non si sentono, all'obbligo di collaboratività eccetera.
Strada facendo si va perdendo l'idea che si parli di una Arte Marziale.
Se a questo si aggiunge la mancanza di confronto libero o non collaborativo, ecco che abbiamo una disciplina buona per chi non vuol farsi male, convincendosi di imparare a neutralizzare i cattivi senza bisogno di rischiare nulla imparando.
Come se si imparassero dei "trucchi" per fare determinate cose.
A questo si aggiunga il marketing di qualsiasi AM, ossia il messaggio di una disciplina alla portata di tutti, piccoli, grandi, donne, anziani, senza alcun limite, cosa che impone una didattica che non scoraggi chi potrebbe trovarsi in difficoltà.
Ecco che abbiamo la disciplina perfetta per i "senza palle", salvo quando poi capitano in un Dojo dove trovano un Maestro preparato, che insegna una Arte Marziale, che non vende illusioni sciocche per insicuri cronici.
Li capita che il Maestro diventi un "esaltato", uno con le mani pesanti, uno che non ha capito il messaggio d'amore di Ueshiba eccetera.
Ecco a me questo secondo tipo di luogo piace :)
La divina scuola dello schiaffazzo argenteo vigila su di voi, mentre la divinissima università dello sputazzo ligneo vi inumidisce la vita

Offline achilodo?

  • Iscritto
  • Post: 25
  • K.Ar.Ma.: -4
  • Pratico: la buona tavola e la buona bibita...
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #32 il: Agosto 18, 2012, 15:33:16 pm »
0
Si sarebbe un bel controsenso, concordo.
A mio avviso le ragioni sono proprio nei troppi equivoci attorno alla disciplina.
A partire dalla "via della pace e dell'amore" vista come dogma di base della disciplina invece che come punto d'arrivo del suo fondatore, il quale peraltro incitava a farsi ognuno il suo Aikido con le sue convinzioni.
Certi eccessi di morbidezza, mutuati dalla ricerca della fluidità e dell'Awase, finiscono per dar luogo a leve che non si sentono, all'obbligo di collaboratività eccetera.
Strada facendo si va perdendo l'idea che si parli di una Arte Marziale.
Se a questo si aggiunge la mancanza di confronto libero o non collaborativo, ecco che abbiamo una disciplina buona per chi non vuol farsi male, convincendosi di imparare a neutralizzare i cattivi senza bisogno di rischiare nulla imparando.
Come se si imparassero dei "trucchi" per fare determinate cose.
A questo si aggiunga il marketing di qualsiasi AM, ossia il messaggio di una disciplina alla portata di tutti, piccoli, grandi, donne, anziani, senza alcun limite, cosa che impone una didattica che non scoraggi chi potrebbe trovarsi in difficoltà.
Ecco che abbiamo la disciplina perfetta per i "senza palle", salvo quando poi capitano in un Dojo dove trovano un Maestro preparato, che insegna una Arte Marziale, che non vende illusioni sciocche per insicuri cronici.
Li capita che il Maestro diventi un "esaltato", uno con le mani pesanti, uno che non ha capito il messaggio d'amore di Ueshiba eccetera.
Ecco a me questo secondo tipo di luogo piace :)

Come non quotare !!  :) :)

Aggiungo solo una piccola cosa:

L'Aikido è sicuramente criticabile, ma non di certo per l'esaltazione dei suoi praticanti come erroneamente si cerca di far passare.  Certo, gli esaltati ci possono essere, ma dov'è che non ci sono? In linea generale la disciplina non ha problemi di praticanti esagitati che cercano di fare i fighetti con aria di sfida come succede spesso in altri ambienti. Per certi versi l'AIkido piace proprio per questo, dato che non c'è il concetto di sfida, prevaricazione.  Per questo si parla raramente di difesa personale o altro.
Chi afferma il contrario per giustificare le crociate che sta facendo contro la disciplina, non fa nient'altro che aggiungere falsità a quello che già si dice.
 

Offline Andrea Stoppa

  • Principiante
  • *
  • Post: 147
  • K.Ar.Ma.: +170
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #33 il: Agosto 20, 2012, 08:04:40 am »
0
Alcune correnti dell'Aikido, come quella creata dal M° Tomiki, prevedono delle forme di competizione:
Gary Hogg - 9th International Tomiki Aikido Festival 2011

e il regolamento:
http://www.tomiki.org/rules.html

Offline Paguro49

  • Eroe
  • *****
  • Post: 6.087
  • ussignur
  • K.Ar.Ma.: +3102
  • Pratico: Va a ciapà i ratt ryu...ma lasa stà le pantegane della martesana
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #34 il: Agosto 20, 2012, 09:52:06 am »
0
Che roba brutta :nono:
Non tanto loro, poveri cristi, quanto le regole.
Anche volendo presumere l'intenzione di dare corpo ad un minimo di realismo non collaborativo, il risultato è opposto.
Per quale ragione, una volta che mi hai preso il braccio armato, non dovrei riempirti di cazzotti e ginocchiate?
Ne esce una buona, con sbilanciamento fatto sul ginocchio......ma non vale :nono:
Così ogni concetto di "evasione" dall'attacco, di Awase con Uke, di non contrastare la forza avversaria, va bellamente a farsi benedire.
Me pias nò :nono:
« Ultima modifica: Agosto 20, 2012, 10:35:54 am da Paguro46 »
La divina scuola dello schiaffazzo argenteo vigila su di voi, mentre la divinissima università dello sputazzo ligneo vi inumidisce la vita

Offline Tenchu

  • Praticante
  • **
  • Post: 699
  • K.Ar.Ma.: +282
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #35 il: Agosto 28, 2012, 09:40:29 am »
0
A mio parere la sportivizzazione nel caso dell'Aikido dovrebbe essere evitata indipendentemente dalla convinzione di efficacia o meno che quest'arte potrebbe offrire e lo dico perché a prescindere dall'Aikido, quando si fa una competizione e si vuole vincere, basarsi troppo sulle leve potrebbe portare a seri danni dati dalla foga.
Per quel che riguarda invece le crociate contro l'Aikido direi che la colpa è in particolar modo di certi maestri perché effettivamente spingono molto sul fatto che è la miglior autodifesa, che non c'è niente di meglio e che nemmeno l'incredibile Hulk potrebbe batterli perché userebbero la sua forza per batterlo (tutte cose sentite tristemente con le mie orecchie) e di conseguenza la generazione successiva cresce con certe idee.
Per fortuna esistono anche i maestri che insegnano consapevoli di cercare altro rispetto all'efficacia in combattimento e altri ancora che provano ad integrare ci per trovare quell'efficacia e queste ultime due tipologie hanno tutto il mio rispetto!
Comunque, tornando alle competizioni sportive mancherebbero troppe cose:
- allenamento di attacchi fatti per andare a segno, per penetrare e per essere richiamati rapidamente
- timing su distanze corrette
- esercizi appositi per far funzionare le leve, dal rafforzamento alla rapidità della presa, agli esercizi di sensibilità, ecc
- corpo a corpo con miglior studio delle proiezioni e di tutto quello che c'è dietro
- capire soprattutto che prendere i pugni al volo o essere afferrati per i polsi sono metodi atti a dare un'idea di come va fatta una determinata tecnica ma che l'attacco è così eseguito solo per comodità ed è lavorando anche e soprattutto su altro che le cose potrebbero funzionare.

Senza voler mancare di rispetto a nessuno e senza pretendere di essere condiviso, ho solo portato le mie idee

Wa No Seishin

  • Visitatore
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #36 il: Agosto 28, 2012, 09:49:29 am »
0
Condivido abbastanza e realizzo che sono sempre stato fortunato, a parte casi estremi: 'sta gggente che dice di essere "invincibbbile grazzie all'aikido" non l'ho (quasi) mai incontrata.


Senza voler mancare di rispetto a nessuno e senza pretendere di essere condiviso, ho solo portato le mie idee

Mi piace. :thsit:

Offline Tenchu

  • Praticante
  • **
  • Post: 699
  • K.Ar.Ma.: +282
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #37 il: Agosto 28, 2012, 10:04:21 am »
0
Condivido abbastanza e realizzo che sono sempre stato fortunato, a parte casi estremi: 'sta gggente che dice di essere "invincibbbile grazzie all'aikido" non l'ho (quasi) mai incontrata.


Senza voler mancare di rispetto a nessuno e senza pretendere di essere condiviso, ho solo portato le mie idee

Mi piace. :thsit:

mi fa piacere, posso chiederti sotto quale aspetto vedi tu la pratica/l'insegnamento e perché?

Wa No Seishin

  • Visitatore
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #38 il: Agosto 28, 2012, 10:19:23 am »
0
posso chiederti

Domandare è lecito.


sotto quale aspetto vedi tu la pratica/l'insegnamento e perché?

Non ho capito la domanda, perdonami. :-[

Se mi chiedi qualcosa di preciso e di IT, ti rispondo volentieri. :)

Offline Tenchu

  • Praticante
  • **
  • Post: 699
  • K.Ar.Ma.: +282
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #39 il: Agosto 28, 2012, 11:42:24 am »
0
sotto quale aspetto vedi tu la pratica/l'insegnamento e perché?

Non ho capito la domanda, perdonami. :-[

Se mi chiedi qualcosa di preciso e di IT, ti rispondo volentieri. :)
[/quote]

In quale delle tre tipologie che ho prima elencato ti riconosci di più? Quella dell'incredibile Hulk direi che posso escluderla a priori :)
E adesso aggiungo, se proprio dovessi sportivizzare l'Aikido quali modifiche applicheresti all'allenamento? Anche perché un allenamento aperto a vagliare le varie possibilità di confronto con avversario non collaborativo potrebbe solo giovare sul lato efficacia, sempre che il motivo della pratica sia quello ;)

Wa No Seishin

  • Visitatore
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #40 il: Agosto 28, 2012, 12:05:17 pm »
0
In quale delle tre tipologie che ho prima elencato ti riconosci di più? Quella dell'incredibile Hulk direi che posso escluderla a priori :)

Mi metto tra quelli che integrano con altro, cercando di non snaturare ciò che ha appreso dai suoi maestri. Integrare con onestà, aggiungo, che per me vuol dire dare a Cesare quel che è di Cesare: se dopo che ti ho portato a terra voglio sottometterti con un armlock BJJ style[1], o ti mostro 3 koshinage, 2 "made in Japan" e uno imparato al corso di lotta libera, non posso raccontarti che quello che ti sto trasmettendo è "aikido". Perché magari lo è anche (nin zo, può essere che quell'armlock Ueshiba lo abbia proposto una volta a lezione alle 11.47 del 21 marzo 1949), ma io l'ho appreso altrove, quindi per me non lo è.


E adesso aggiungo, se proprio dovessi sportivizzare l'Aikido quali modifiche applicheresti all'allenamento? Anche perché un allenamento aperto a vagliare le varie possibilità di confronto con avversario non collaborativo potrebbe solo giovare sul lato efficacia, sempre che il motivo della pratica sia quello ;)

Non lo sportivizzerei[2], ma per rispondere: inizierei dal far comprare a tutti paradenti, guantini e magari caschetto. E introdurrei una diversa preparazione fisica[3].
 1. siam giòvini, ci piace cazzeggiare.
 2. vuoi portare il tuo aikido nel "mondo sportivo"? Prendi il tuo bagaglio tecnico e iscriviti a qualche competizione interstile.
 3. beh, quello lo faccio a prescindere: quando vedo praticanti tondi che dopo 3 minuti di pratica continuativa si mettono le mani ai fianchi e ansimano, penso che è inutile parlare di alcunché. Sarebbe meglio fare una decina di passi indietro e ridiscutere da capo tutto...

Offline The Doctor Sherlockit

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 3.469
  • K.Ar.Ma.: +2307
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #41 il: Agosto 28, 2012, 22:48:39 pm »
0


Non lo sportivizzerei[1], ma per rispondere: inizierei dal far comprare a tutti paradenti, guantini e magari caschetto. E introdurrei una diversa preparazione fisica[2].
 1. vuoi portare il tuo aikido nel "mondo sportivo"? Prendi il tuo bagaglio tecnico e iscriviti a qualche competizione interstile.
 2. beh, quello lo faccio a prescindere: quando vedo praticanti tondi che dopo 3 minuti di pratica continuativa si mettono le mani ai fianchi e ansimano, penso che è inutile parlare di alcunché. Sarebbe meglio fare una decina di passi indietro e ridiscutere da capo tutto...

ma guarda questo è quello che penso anche io, ok non sportivizzarlo, cioè non fare la gara vera e propria, ma introdurre un metodo di confronto in palestra che sia funzionale all'aikido male non farebbe

Offline Marco C.

  • Praticante
  • **
  • Post: 434
  • K.Ar.Ma.: +90
  • Pratico: Submission Grappling, Thai boxe, Dog Brothers
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #42 il: Agosto 28, 2012, 22:52:19 pm »
0


Non lo sportivizzerei[1], ma per rispondere: inizierei dal far comprare a tutti paradenti, guantini e magari caschetto. E introdurrei una diversa preparazione fisica[2].
 1. vuoi portare il tuo aikido nel "mondo sportivo"? Prendi il tuo bagaglio tecnico e iscriviti a qualche competizione interstile.
 2. beh, quello lo faccio a prescindere: quando vedo praticanti tondi che dopo 3 minuti di pratica continuativa si mettono le mani ai fianchi e ansimano, penso che è inutile parlare di alcunché. Sarebbe meglio fare una decina di passi indietro e ridiscutere da capo tutto...

ma guarda questo è quello che penso anche io, ok non sportivizzarlo, cioè non fare la gara vera e propria, ma introdurre un metodo di confronto in palestra che sia funzionale all'aikido male non farebbe

Quoto!

Offline Tenchu

  • Praticante
  • **
  • Post: 699
  • K.Ar.Ma.: +282
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #43 il: Agosto 28, 2012, 22:58:40 pm »
0
Quoto sia Wa No Seishin che Kit

Offline Prototype 0

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 8.224
  • K.Ar.Ma.: +758
  • Pratico: Autodistruzione
Re:Sportivizzare l'Aikido!
« Risposta #44 il: Aprile 16, 2013, 19:32:14 pm »
0
C'è già uno stile di aikido che prevede competizioni ma, ora, mi sfugge il nome.

Tutto Torna