Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: BJJ e difesa personale?  (Letto 4067 volte)

Offline 360°kombat

  • Praticante
  • **
  • Post: 365
  • LA VIA DELL'UMILTA' PORTA A QUELLA DELLA PACE
  • K.Ar.Ma.: +11
  • Pratico: Vorrei imparare
BJJ e difesa personale?
« il: Aprile 28, 2016, 09:27:59 am »
0
Il BJJ viene spesso pubblicizzato come un ottimo sistema di difesa personale. Ma credo che esso sia lontanissimo dall'esserlo! Voi cosa pensate?

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #1 il: Aprile 28, 2016, 09:42:27 am »
0
Discussione in tema
http://forum.artistimarziali.net/index.php?topic=10355.msg250939#msg250939


Blog molto attivo sulla questione
http://team-centurion.blogspot.it/



Dipende molto da come lo si contestualizza. E' migliore di tantissimi sistemi che di fatto non mostrano nessun risultato. E' effettivamente valido anche per colmare gap fisici. Pero' raramente si occupa di difesa personale in senso stretto quando piuttosto solo di combattimento e insegna abilità ben spendibili.

Sul fatto che genericamente in contesti "senza regole" funzioni....ha dimostrato piu' di tantissimi e non si puo' far finta che no :)
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

Offline 360°kombat

  • Praticante
  • **
  • Post: 365
  • LA VIA DELL'UMILTA' PORTA A QUELLA DELLA PACE
  • K.Ar.Ma.: +11
  • Pratico: Vorrei imparare
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #2 il: Aprile 28, 2016, 10:00:33 am »
0
In contesti senza regole ha funzionato, però non essendo previsti (per quanto ne sappia) parate e tecniche di striking, esso espone il praticante a una mole di colpi elevata. In un contesto di strada, meglio non andare a terra. Certo! Se vai a terra meglio sapere cosa fare! Però è da evitare. Il BJJ, concettualmente, non mi sembra che segua questa regola. Forse arricchirlo non sarebbe sbagliato. Ti ringrazio per avermi segnalato l'altra discussione.

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #3 il: Aprile 28, 2016, 10:18:43 am »
0
Il bjj lo prevedeva, il titolare del blog linkato insiste ancora molto su quell'aspetto
(l'ultimo post in ordine cronologico parla di quello :)
http://team-centurion.blogspot.it/2016/03/un-jiu-jitsu-essenziale.html )


Nella "difesa personale" sono comprese una serie di skills e strategie per cui,banalmente, si dovrebbe evitare tutto, sia di finire nei guai che finirci a terra.
Se ci si trova bisogna sapere cosa fare. Molti scontri finiscono con fasi di lotta o al suolo.


Un innegabile vantaggio e' che in molti casi il bjj puo' essere usato per fermare una persona in maniera poco lesiva, quindi magari per una aggressione multipla di eroinomani armati non e' il massimo ma se dovessi trovarti a fermare qualcuno senza fargli male e senza rischi legali e' un sistema eccellente (e secondo me sono di piu' i casi in cui puo' servire fermare qualcuno rispetto a quelli in cui "ucciderlo").
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

Offline 360°kombat

  • Praticante
  • **
  • Post: 365
  • LA VIA DELL'UMILTA' PORTA A QUELLA DELLA PACE
  • K.Ar.Ma.: +11
  • Pratico: Vorrei imparare
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #4 il: Aprile 28, 2016, 11:18:47 am »
0
Infatti credo che il BJJ sia un eccellente sistema da imparare come integrazione ad altri stili. Magari un domani esso verrà rivisto e arricchito della componente ora assente

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #5 il: Aprile 28, 2016, 11:26:19 am »
0
Il percorso e' stato il contrario,hanno selezionato per arrivare a quello.

Se uno vuole metterci i colpi fa mma, se si interessa di difesa personale studia quella. I professionisti ovviamente hanno derivato il lavoro a terra da quello del bjj (ma non solo,come anche il bjj si e' aperto ed evoluto parecchio) e l'interscambio e' MOLTO forte in quel senso.
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

Offline 360°kombat

  • Praticante
  • **
  • Post: 365
  • LA VIA DELL'UMILTA' PORTA A QUELLA DELLA PACE
  • K.Ar.Ma.: +11
  • Pratico: Vorrei imparare
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #6 il: Aprile 28, 2016, 11:51:41 am »
0
Credo che il tuo intervento sia sensato. La colpa è mia che tendo a cercare l'utilità nella DP in ogni AM.

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #7 il: Aprile 28, 2016, 12:06:06 pm »
0
Ma non e' una colpa! anzi , e' giusto come atteggiamento, solo che la risposta che ti sei dato e' giusta: il bjj (o qualsiasi stile) puo' avere degli spunti interessanti per la difesa personale ma chiaramente vi sono altri aspetti da coprire.

Solo che non e' compito "del bjj" occuparsi di quegli aspetti ma riguarda il praticante o il sistema di "difesa personale" che sta studiando  :)


Mi permetto di linkare discussione che copre il ruolo della parte fisica nella piu' ampia difesa
http://forum.artistimarziali.net/index.php?topic=12144.0
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

Offline 360°kombat

  • Praticante
  • **
  • Post: 365
  • LA VIA DELL'UMILTA' PORTA A QUELLA DELLA PACE
  • K.Ar.Ma.: +11
  • Pratico: Vorrei imparare
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #8 il: Aprile 28, 2016, 12:15:54 pm »
0
Grazie ;)

Offline Andy

  • Eroe
  • *****
  • Post: 6.038
  • K.Ar.Ma.: +3190
  • Pratico: BJJ, Judo
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #9 il: Ottobre 27, 2016, 10:25:30 am »
0

Offline Bingo Bongo

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • K.Ar.Ma.: +1167
  • Pratico: Arti Marziali
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #10 il: Ottobre 27, 2016, 16:01:43 pm »
0
su tecnica e allenamento niente da dire, ma quali sarebbero le controtecniche per:

l - calci di rigore in testa a terra

E questa:

nessuna donna è mai stata violentata né in piedi né da un'altra donna. Quindi siccome se non finisci a terra non puoi essere violentata il Sumo è la miglior pratica possibile: è competitivo e si basa tutto sul non finire a terra.

Poi sul discorso del peso ho visto fare kotegaeshi da aikidoki di 70 kg a gente di 100 che se non ribaltava rimaneva col gomito penzoloni. Un bel pò di esempi di cronaca di donne che fanno pugilato che hanno messo ko 2 o 3 aggressori. L'ultimo caso a pordenone.

Mi avete abbondantemente spiegato che la DP è un'altra cosa.

Offline Bingo Bongo

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • K.Ar.Ma.: +1167
  • Pratico: Arti Marziali
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #11 il: Ottobre 27, 2016, 17:40:15 pm »
0
Ma poi quanto tempo e quanta esperienza ci vuole per eseguire bene un arm lock da terra verosimilmente in modo che entri 9 volte su 10?

Sarà che sono stato sfortunato, ma delle mie esperienza di strada ricordo la confusione, le luci, i muri, le urla, i vestiti che si strappano, i colpi che non si sa da dove arrivano.

Con tutto quello che già bisognerebbe allenare) per gestire una situazione di quel tipo mi sembra una minkiata che il tizio del blog faccia intendere che è un'ottima scelta per la DP il BJJ. Se lo è lo è tanto quanto fare il pugilato. Allora vado a fare pugilato se voglio qualcosa di smart da imparare relativamente in fretta per fare a botte.
C'è poco da mettere gli stupri di mezzo.

Altrimenti ci sono i corsi di DP.

Offline Andy

  • Eroe
  • *****
  • Post: 6.038
  • K.Ar.Ma.: +3190
  • Pratico: BJJ, Judo
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #12 il: Ottobre 27, 2016, 18:00:42 pm »
0
Più un discorso di padronanza della dimensione, della movimentazione, del peso e dell'equilibrio che "fare l'armlock sull'asfalto".

Poi sono il primo a ritenere che scegliere come prima disciplina per dp il BJJ sia un po' una fanfaronata.

Offline Max

  • Eroe
  • *****
  • Post: 4.442
  • K.Ar.Ma.: +1002
  • Pratico: Shorinji Kempo
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #13 il: Ottobre 27, 2016, 18:26:11 pm »
0
Posto che per reagire ad una aggressione si deve reagire prima di tutto di testa (non una testata eh), poi se la mente rimane concentrata sul presente posso pensare di fare quello che viene al momento e, soprattutto su quello che ci viene fatto.
Dover immobilizzare il proprio aggressore, che presumibilmente è più prestante di noi, non è "la soluzione". Mi spiego, se mi concentro (o meglio mi fisso) sul voler applicare la arm-lock perché ne sono il mago può tranquillamente portare alla sconfitta. Se invece sono in grado di evolvere la mia difesa su quello che accade nel momento il risultato è più abbordabile.
Ad esempio la kotegaeshi (che da noi si chiama gyakugote) si basa su una rotazione del polso in una direzione che però potrebbe essere contrastata dal mio aggressore anche banalmente tentando di girare la mano al contrario (o anche chiudere o distendere il braccio etc etc), se io insisto a volerla fare posso fallire, se trasformo la sua difesa in una diversa leva aumento le mie possibilità di successo.


Offline Bingo Bongo

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • K.Ar.Ma.: +1167
  • Pratico: Arti Marziali
Re:BJJ e difesa personale?
« Risposta #14 il: Ottobre 27, 2016, 19:12:06 pm »
0
Più un discorso di padronanza della dimensione, della movimentazione, del peso e dell'equilibrio che "fare l'armlock sull'asfalto".

Poi sono il primo a ritenere che scegliere come prima disciplina per dp il BJJ sia un po' una fanfaronata.

Le qualità che il BJJ restituisce al praticante in termini di conoscenza del combattimento e di se stessi proprio perché viene praticato a terra sono fuori discussione.
Ed è fuori discussione che un tha baiana o un single leg sono tecniche vere usabili a pieno titolo anche in strada e anche in un contesto di DP.
Quello che mi fa sorridere è l'entusiasmo anima & corpo nel definire la propria disciplina sempre come quella che se la si va a vedere bene è "nata" per la DP e quindi la DP è la morte sua sia che si faccia MT, WT, BJJ, karate o taijiiii.

Posto che per reagire ad una aggressione si deve reagire prima di tutto di testa (non una testata eh), poi se la mente rimane concentrata sul presente posso pensare di fare quello che viene al momento e, soprattutto su quello che ci viene fatto.
Dover immobilizzare il proprio aggressore, che presumibilmente è più prestante di noi, non è "la soluzione". Mi spiego, se mi concentro (o meglio mi fisso) sul voler applicare la arm-lock perché ne sono il mago può tranquillamente portare alla sconfitta. Se invece sono in grado di evolvere la mia difesa su quello che accade nel momento il risultato è più abbordabile.
Ad esempio la kotegaeshi (che da noi si chiama gyakugote) si basa su una rotazione del polso in una direzione che però potrebbe essere contrastata dal mio aggressore anche banalmente tentando di girare la mano al contrario (o anche chiudere o distendere il braccio etc etc), se io insisto a volerla fare posso fallire, se trasformo la sua difesa in una diversa leva aumento le mie possibilità di successo.
Diamo per assodato che qualunque sia il contesto bisogna rispondere agli stimoli in modo corretto. In strada bisogna possibilmente farlo in modo rapido e incisivo.