Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.  (Letto 2604 volte)

Offline Tran Hung Dao

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • Essere forti per essere utili
  • K.Ar.Ma.: +216
    • VOVINAM Viet Vo Dao a Milano - Un. VVVD Italia
  • Pratico: Vovinam Việt Võ Đạo
Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« il: Ottobre 27, 2016, 14:21:25 pm »
0
Ciao a tutti. vi pongo questo quesito perchè voglio capire come comportarmi:
--
Un mio atleta sta andando a fare anche BOXE per completarsi, però qui gli faranno firmare un foglio dove dichiara che non potrà fare altre gare se non di pugilato con loro.
Ma sta cosa possono farla? Mica è un professionista pagato.
La trovo assurda. Io gli ho detto di non firmare, ma loro non ti allenano.
Chi ne sa?

Lui mi ha chiesto di fare pugilato e l'ho mandato in un centro qui in zona che ritengo sia valido, dato che in giro c'è tanta robaccia.. infatti ha provato della pseudo kick-k1 ed è scappato.. ha 14 anni di pratica di Vovinam e c'era un insegnante che manco sapeva calciare.. allora ha scelto, per mio consiglio, il pugilato.. perchè le gambe le allena da noi ampiamente.. però è venuta fuori questa cosa.

Lui qlch gara di boxe vuole farla, ma non precludersi altro, soprattutto non evitare le gare di Vovinam ecc...anche perchè lui vuole migliorare proprio per poter essere meglio nel vovinam dove spesso il pugilato è meno curato sugli atleti..

Che ne sapete?

Grazie

Offline BlackSwan (BKB-ITALIA)

  • Principiante
  • *
  • Post: 114
  • K.Ar.Ma.: +89
  • Pratico: black-swan style
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #1 il: Ottobre 27, 2016, 14:49:05 pm »
0
in che palestra è andato?

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #2 il: Ottobre 27, 2016, 14:57:07 pm »
+1
Che farti combattere sta alla scuola e possono chiederti quello che pare a loro,nel bene e nel male.

Sopratutto in posti seri si considera l'atleta un investimento da parte degli istruttori e quindi e' una richiesta non cosi' assurda.


Probabilmente non vuole frequentare il corso amatori...
Comunque presumo che sia una situazione risolvibile parlando magari tra palestre, se gli spieghi che vorrebbe competere di vovinam e non di kick/thai/mma e' sicuro che non vi pesterete i piedi come competenze e potrebbero accettare... via rifate il foglio uguale ma con scritto "ad eccezione delle gare di vovinam presto l'asd "vintho"".


Poi c'e' la possibilità che ti dicano di no comunque e li sta al tuo allievo,ma se sulle gare posso capire quando inizia a essere "non allenarsi altrove" per me e' segnale di chiusura mentale e quindi evitabile....
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

Offline Tran Hung Dao

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • Essere forti per essere utili
  • K.Ar.Ma.: +216
    • VOVINAM Viet Vo Dao a Milano - Un. VVVD Italia
  • Pratico: Vovinam Việt Võ Đạo
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #3 il: Ottobre 27, 2016, 16:00:34 pm »
0
Non so se fare il nome della palestra.. comunque abbastanza famosa.. non esattamente Milano, quasi.

Posso essere d'accorodo su pensiero se l'atleta fosse una promessa, firma un contratto di esclusività, si ha la certezza renda, ma non con lui, mai fatto boxe, e nessuno sa cosa potrà fare..anche se ha 14 anni di pratica a 20 anni di età.
Secondo me fa gola e sono in crisi di atleti che vogliono combattere.

Lui qualche incontro di boxe vuole provare a farlo, vuole provare anche della Kick a contatto pieno..oltre che tenere il vovinam. Secondo me non vogliono che io lo porti a fare Kick o altro perche avranno i loro circuiti e se girano soldi vogliono guadagnarci.. mah!?

A me non piace, lo ammetto.
Io a lui mica impedisco di andare a fare gare di boxe con altri?

Offline happosai lucifero

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 10.556
  • stracciamutande, stupido adolescente viziato
  • K.Ar.Ma.: +6571
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #4 il: Ottobre 27, 2016, 16:19:08 pm »
0
THD, scusami se mi permetto, ma secondo me stai tirando conclusioni in modo un po' frettoloso. fa gola? sono in carenza di agonisti? vogliono guadagnarci? non è assolutamente detto! negli sport da contatto non è affatto facile tirare su soldi con un ragazzo, anche se bravo! generalmente con gli agonisti ci si va a perdere, a fine mese ci si arriva con la retta degli amatori. e proprio perché c'è da investire tempo e fatica sicuramente, mentre da raccogliere solo forse e nel caso chissà quando, vogliono tutelarsi per essere sicuri di non stare allenando un atleta della concorrenza. probabilmente, se è una scuola che sta in piedi da un po' di anni, dopo un certo numero di brutte esperienze avranno deciso di standardizzare questo tipo di formalizzazione per tutti gli atleti che siano interessati all'agonismo. io credo che le cose siano esattamente come le ha descritte il Reverendo.

il consiglio che ti do anch'io è di presentarti lì, di parlarci, di dire che il ragazzo è interessato a fare qualche match di pugilato, e ovviamente se lo allenassero loro il match lo farebbe con loro (se e quando loro dovessero ritenerlo pronto), però gli piacerebbe continuare a gareggiare nel vovinam, specialità in cui è già agonista. (per ora magari tralascerei il discorso di eventuali match di kick o altro, tanto se e quando il ragazzo avrà voglia di farlo potrà comunque chiedere sia a te che a loro e magari lo portate a combattere insieme, ma mi sembra un discorso mooolto prematuro).

ovviamente non posso garantirti che loro accettino queste condizioni, questo sta anche all'elasticità mentale di chi ti troverai di fronte, ma io non partirei prevenuto.
« Ultima modifica: Ottobre 27, 2016, 16:20:50 pm da happosai lucifero »
There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy.

In quanto a educazione vado in culo a tanti

Offline marco92

  • Principiante
  • *
  • Post: 163
  • K.Ar.Ma.: +10
  • Pratico: kick boxing
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #5 il: Ottobre 27, 2016, 16:19:54 pm »
0
ci sono penali?

Offline BlackSwan (BKB-ITALIA)

  • Principiante
  • *
  • Post: 114
  • K.Ar.Ma.: +89
  • Pratico: black-swan style
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #6 il: Ottobre 27, 2016, 16:32:24 pm »
+2
la FPI da qualche tempo con un comunicato ha stabilito che chi fà pugilato a livello agonistico non può gareggiare in nessun'altra disciplina affine  per nessun'altra federazione ,forse si riferivano a questo... bohhhh
vedi te se me lo vuoi fare in privato il nome,magari li conosco bene.
questo è stato fatto per tutelare i principianti...spesso maestri (che secondo me andrebbero squalificati) non dichiaravano le precedenti (o parallele) esperienze di combattimento del loro atleta....e quindi magari si trovavano con un dilettante di boxe al primo match di pugilato ma ad esempio i con 40 match di k1 ,affrontare un totale neofita del ring....con i risultati che potete ben immaginare.
è una questione di tutela della salute dei ragazzi.
« Ultima modifica: Ottobre 27, 2016, 16:36:33 pm da Black-Swan »

Offline Tran Hung Dao

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • Essere forti per essere utili
  • K.Ar.Ma.: +216
    • VOVINAM Viet Vo Dao a Milano - Un. VVVD Italia
  • Pratico: Vovinam Việt Võ Đạo
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #7 il: Ottobre 27, 2016, 16:34:34 pm »
0
Concordo con quanto tu scrivi.. non volevo tirare conclusioni ma non mi spiego il comportamento.. ma la tua dichiarazione sul fatto di non allenare qlcn per qlcn altro posso capire.. MA PAGA, mica si allena gratis.. e comunque 2 volte a settimana, mica tutti i giorni.
Uno deve essere libero di fare quello che vuole.
Quindi quello che tu scrivi lo approvo ma per un atleta gia agonista di Boxe che vuole fare altro, al contrario è strano.

Sul fatto che gli agonisti siano una perdita lo so.. ma qs per me, ma per qs gente secondo me no.. qlcn campa su qs agonisiti e anche bene.

Potrei seguire il tuo consiglio di parlare con l'allenatore...vediamo.

THD, scusami se mi permetto, ma secondo me stai tirando conclusioni in modo un po' frettoloso. fa gola? sono in carenza di agonisti? vogliono guadagnarci? non è assolutamente detto! negli sport da contatto non è affatto facile tirare su soldi con un ragazzo, anche se bravo! generalmente con gli agonisti ci si va a perdere, a fine mese ci si arriva con la retta degli amatori. e proprio perché c'è da investire tempo e fatica sicuramente, mentre da raccogliere solo forse e nel caso chissà quando, vogliono tutelarsi per essere sicuri di non stare allenando un atleta della concorrenza. probabilmente, se è una scuola che sta in piedi da un po' di anni, dopo un certo numero di brutte esperienze avranno deciso di standardizzare questo tipo di formalizzazione per tutti gli atleti che siano interessati all'agonismo. io credo che le cose siano esattamente come le ha descritte il Reverendo.

il consiglio che ti do anch'io è di presentarti lì, di parlarci, di dire che il ragazzo è interessato a fare qualche match di pugilato, e ovviamente se lo allenassero loro il match lo farebbe con loro (se e quando loro dovessero ritenerlo pronto), però gli piacerebbe continuare a gareggiare nel vovinam, specialità in cui è già agonista. (per ora magari tralascerei il discorso di eventuali match di kick o altro, tanto se e quando il ragazzo avrà voglia di farlo potrà comunque chiedere sia a te che a loro e magari lo portate a combattere insieme, ma mi sembra un discorso mooolto prematuro).

ovviamente non posso garantirti che loro accettino queste condizioni, questo sta anche all'elasticità mentale di chi ti troverai di fronte, ma io non partirei prevenuto.

PENALI?
Credo sia quella di vietare le gare.. ma leggendo in giro pare sia un regolamento FPI e quindi se violato è anche da tribunale sportivo.. mah!?

Offline happosai lucifero

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 10.556
  • stracciamutande, stupido adolescente viziato
  • K.Ar.Ma.: +6571
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #8 il: Ottobre 27, 2016, 17:01:49 pm »
0
la FPI da qualche tempo con un comunicato ha stabilito che chi fà pugilato a livello agonistico non può gareggiare in nessun'altra disciplina affine  per nessun'altra federazione ,forse si riferivano a questo... bohhhh
vedi te se me lo vuoi fare in privato il nome,magari li conosco bene.
questo è stato fatto per tutelare i principianti...spesso maestri (che secondo me andrebbero squalificati) non dichiaravano le precedenti (o parallele) esperienze di combattimento del loro atleta....e quindi magari si trovavano con un dilettante di boxe al primo match di pugilato ma ad esempio i con 40 match di k1 ,affrontare un totale neofita del ring....con i risultati che potete ben immaginare.
è una questione di tutela della salute dei ragazzi.


in effetti non ci avevo proprio pensato, ed ha senso. grazie.
forse il fatto che il vovinam non sia un regolamento a contatto pieno però potrebbe esonerarlo.
There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy.

In quanto a educazione vado in culo a tanti

Offline xjej

  • Eroe
  • *****
  • Post: 4.059
  • K.Ar.Ma.: +2424
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #9 il: Ottobre 27, 2016, 17:37:37 pm »
+2
Faccio presente che "ma paga" è un concetto relativo e per alcuni contesti, limitante.
C'è chi ha un "corso" per campare, c'è chi mira esclusivamente all'agonismo ed ai risultati  e bada solo che l'attività si autofinanzi.
Gli agonisti richiedono investimento di tempo e fondi, attenzione (e se va da qualche altra parte non va a loro).
Non si parla di ragionare in mesi, si lavoro a quadrienni, di solito a coppie di due.
Cinquanta euro al mese non coprono minimamente l'investimento di tempo, capacità e conoscenza di chi sta dal lato insegnamento visto che il lavoro diventa molto di sovente individuale o a gruppi di lavoro limitati.
Io arrivo da una realtà di quel tipo: la mattina per scelta di chi insegna si faceva lavoro individuale, mai più di sei persone. La sera in materassina anche cinquanta/sessanta persone e comunque lezione differenziata tra amatori ed agonisti su due aree distinte. L'eventuale terza sessione giornaliera era anch'essa a numero chiuso.
Programmazione e periodizzazione spesso individualizzate, lavoro tecnico di gruppo ed individuale.
Non conosco il livello e la qualità della pugilistica sopra menzionata, non voglio offendere nessuno ma tra il lavoro corretto impostato per una disciplina olimpica e la pratica amatoriale di un'am c'è un po' di strada di mezzo e capisco certe dinamiche non siano così dirette.
Che fai se un atleta sul quale hai investito quattro-cinquemila o anche diecimila ore di lavoro si spacca una sera facendo una gara del salcavolo alla sagra della porchetta?
Se poi saliamo di livello e dentro c'era anche l'investimento del gruppo della nazionale?
Mi pare proprio limitativo dire "pago" anche perché dietro ci può stare un livello di competenza "un pochetto" alto.
www.isao-okano.com - Gracie Bergamo

Offline Tran Hung Dao

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • Essere forti per essere utili
  • K.Ar.Ma.: +216
    • VOVINAM Viet Vo Dao a Milano - Un. VVVD Italia
  • Pratico: Vovinam Việt Võ Đạo
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #10 il: Ottobre 27, 2016, 18:40:37 pm »
0
Il vovinam è con il KO a livello internazionale, e lui ha fatto l'argento agli europei.
Ha la B5 come certificato.
In italia facciamo sia gare FULL che LIGHT in base ai livelli.


in effetti non ci avevo proprio pensato, ed ha senso. grazie.
forse il fatto che il vovinam non sia un regolamento a contatto pieno però potrebbe esonerarlo.

Riferito al PAGA..
Concordo con tante cose scritte, ma che non sono questo caso.
Insegno dal 1994 e non esiste un vero agonismo nel vovinam, nel senso che fai le gare se vuoi farle, ovviamente ti prepari e se ne fai di alto livello ti prepari di piu e dono il mio tempo ai miei ragazzi.
Non credo solo nell'agonismo in una disciplina come la nostra, si perdono gli atleti in questo modo.

Da un lato comunque il discorso non fa una piega, anche se molti atleti veri agonisti che conosco NON PAGANO NULLA per allenarsi..sia olimpionici che di MMA.

Forse dovrebbe iscriversi come amatore, perche comunque il gruppo dove si allena è lo stesso e pieno!
Vedremo e grazie dei vostri interventi.


Offline Tran Hung Dao

  • Guerriero
  • ****
  • Post: 2.768
  • Essere forti per essere utili
  • K.Ar.Ma.: +216
    • VOVINAM Viet Vo Dao a Milano - Un. VVVD Italia
  • Pratico: Vovinam Việt Võ Đạo
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #11 il: Ottobre 28, 2016, 16:08:29 pm »
0
Dopo altre INFO..

questa cosa partirà da Febbraio, perchè a quanto pare il tesseramento agonista FPI sarà da Febbraio..
La FPI impone questa regola, così come mi spiegava un amico della FITA per il TKD.. il TKD però ha perso tutte le cause legali a riguardo in quanto CLAUSOLA VESSATORIA e il CONI non lo prevede e in Italia non esiste il MONOPOLIO SPORTIVO, quindi non si può costringere un'atleta a questo.

In Italia il professionismo su queste discipline non esiste, non sei pagato dalla federazione e non si hanno contratti di questo genere.. diverso è far parte delle squadre ufficiali tipo POLIZIA, ESERCITO ecc...

A questo punto ho chiesto ad un amico avvocato.. si informava, ma cmq diceva che se non è il CONI a dirlo, non possono vincere una causa su questo tipo di regolamenti e CLAUSOLE.. però va capito bene.

Lui ha detto che se ne sbatte, se c'è da gareggiare lo fa e basta.. frase sua "io pago perchè mi insegni la boxe, poi come la uso sono fatti miei, mica pago per essere il suo allievo e atleta da competizione" e personalmente gli do ragione..
Se uno viene da me a farsi allenare mica gli chiedo per cosa.. e cmq mica voglio l'esclusiva..
Ho un ex allievo che ora fa MMA che ogni tanto viene a fare qlcs sessione di lezioni private con me per le gambe.. mica voglio il mio nome quando vince. Mica gli dico "ti alleno ma gareggi a nome mio".. che vuol dire.. pensa che è lui che mi ha chiesto di mettere lo stemma del Vovinam sui pantaloncini.. ma io gli ho detto che non è necessario, se vuole può farlo, ma non ne vedo il bisogno.. e lo ha fatto..e mi fa piacere, stop.

Ripeto, se uno si dedica a quello, chiede ad un maestro di allenarsi, sempre, dedicare del tempo, sudore, soldi anche.. tutto e tutto..da anni e in modo quasi professionistico allora è diverso, ma neppure lo conoscono..

Cmq alla fine non credo sia un problema di Club ma di FPI..

Poi vorrei parlare della parola AGONISTA.

So che alcuni di voi praticano discipline dove c'è davvero un settore agonistico e un settore amatoriale.. tipo il JUDO da quello che ho capito, la KICK, la MT.. altro.. da noi no.
Gli agonisti sono dei normali praticanti che decidono anche di fare gare. 
Non si fanno gare tutti i Weekend e nn ci si dedica solo quello.
Allenamento per tutti, agonisti amatoriali... quando ci sono le gare ci si prepara, quando non ce ne sono si allena il programma, ci si migliora e non finalizzato all'agonismo.. mentre un AGONISTA VERO si allena sempre al fine della prossima gara anche se tra un anno.. ecco, da noi non è così per vari motivi

Grazie a tutti

Offline xjej

  • Eroe
  • *****
  • Post: 4.059
  • K.Ar.Ma.: +2424
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #12 il: Ottobre 28, 2016, 16:58:37 pm »
+1
Citazione
So che alcuni di voi praticano discipline dove c'è davvero un settore agonistico e un settore amatoriale.. tipo il JUDO da quello che ho capito, la KICK, la MT.. altro.. da noi no.
Gli agonisti sono dei normali praticanti che decidono anche di fare gare.
Non si fanno gare tutti i Weekend e nn ci si dedica solo quello.
Allenamento per tutti, agonisti amatoriali... quando ci sono le gare ci si prepara, quando non ce ne sono si allena il programma, ci si migliora e non finalizzato all'agonismo.. mentre un AGONISTA VERO si allena sempre al fine della prossima gara anche se tra un anno.. ecco, da noi non è così per vari motivi

Punto di vista da valutare.
C'è l'agonista che vuole far le gare, l'agonista che mira alla finale di un campionato nazionale e quello che deve qualificarsi ai giochi olimpici.
Tutti quanti si allenano normalmente per migliorare tecnicamente in maniera generale E in maniera individuale. Ci sono allenamenti che vertono sulla tecnica individuale e allenamenti che vertono sulla tecnica individuale. Normalmente gli agonisti hanno anche una parte  di atletismo e preatletismo lavorata "a parte".
Per quanto ci siano ore in comune tra amatori e agonisti è palese che la differenza di resa tra chi si allena dieci ore la settimana e chi passa le venti sia marcato sopratutto sul medio-lungo periodo.
Ergo le attività vengono normalmente divise tra lavoro in comune e lavoro differenziato.
Detto questo, ci si prepara per la gara significa, in atleti di medio-alto livello, finalizzare la preparazione ad 1-2 appuntamenti durante l'anno. Tutte le altre gare sono semplicemente un checkpoint del lavoro svolto e non avrebbe senso far alcun tipo di lavoro mirato. Discorso diverso per gli atleti ad altissimo livello ma lì anche l' allenamento è diverso.
www.isao-okano.com - Gracie Bergamo

Offline Raven81

  • Apprendista guerriero
  • ***
  • Post: 1.076
  • K.Ar.Ma.: +905
  • Pratico: Quasi niente
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #13 il: Ottobre 28, 2016, 18:02:32 pm »
+1
Fatti spiegare meglio la situazione, perché da quel che leggo hai una gran confusione in testa.

Quando ti tesseri in FPI devi dichiarare se hai altri match in altri SDC, per curare gli abbinamenti e tutelare gli atleti.
Quando firmi il pregare prima di un match, c'è una casella da compilare per scrivere se hai fatto match di altri sdc - mi risulta che un pugile dilettante che ha combattuto sicuramente nel 2015 sia anche "professionista" di mma e ha normalmente combattuto di boxe.

Dopodiché: ti tesseri per una società e combatti per quella e la società, con il o i suoi tecnici, ti segue nelle riunioni. Vuoi cambiare società? Liberissimo di farlo, ci sono precisi regolamenti per questo.

Gare di boxe extra-FPI: non dovrebbero essercene, il pugilato dilettantistico in Italia è regolato dalla FPI. A me risulta che il "monopolio" sia ancora in atto, per quanto qualche società faccia la "furba" e faccia garette simil boxe.

Non ci sono "gare di boxe" in giro. Ci sono riunioni ordinarie organizzate da questa o quella pugilistica che chiama i pugili di altre pugilistiche per fare gli abbinamenti.

Offline Takuanzen

  • Apprendista guerriero
  • ***
  • Post: 2.424
  • K.Ar.Ma.: +910
  • Pratico: Krav Maga (principiante), Yiquan e Taijiquan rielaborati e mixati in maniera personale
Re:Impedire di fare altro se non boxe... Domanda.
« Risposta #14 il: Ottobre 28, 2016, 22:53:59 pm »
0
Per seguire. :nin: