Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Autore Topic: Le basi  (Letto 12725 volte)

Offline Rev. Madhatter

  • Mietitore
  • ******
  • Post: 14.967
  • Perchè pratichi?
  • K.Ar.Ma.: +6896
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
Re:Le basi
« Risposta #75 il: Marzo 16, 2011, 17:12:31 pm »
0
Secondo me lo studio esasperato del footwork e' un errore, il movimento va sempre inserito in un contesto,il focus va mantenuto sull'azione e su un fine.

Il focus è fondamentale infatti! Anche quando si allenano gli spostamenti bisognerebbe sempre avere il focus del senso del movimento, come quando si fa shadowboxing...


P.S. - Perché intendi "studio esasperato" necessariamente come "slegato al focus"?


Studio esaperato lo intendevo con un accezione "stilistico-estetica".

Reminiscenze di tempi kungfungistici in cui  si spendevano infinite ore nel curare un footwork millimetrico che se ne andava ad arcore appena veniva cambiato il contesto o introdotto un elemento di focus differente.
In pratica ogni tecnica era a se' stante,cristallizata col suo footwork.
Mentre nella thai riscontro un lavoro piu' organico tale che lo stesso passo e' polifunzionale.  :)
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

rockyjoe

  • Visitatore
Re:Le basi
« Risposta #76 il: Marzo 16, 2011, 17:14:33 pm »
0

Studio esaperato lo intendevo con un accezione "stilistico-estetica".

Reminiscenze di tempi kungfungistici in cui  si spendevano infinite ore nel curare un footwork millimetrico che se ne andava ad arcore appena veniva cambiato il contesto o introdotto un elemento di focus differente.
ad arcore? a fare il bunga bunga? mica scemo quel footwork..o fose volevi dire futt work? :D

Offline Darth Dorgius

  • Il Gestore
  • Macchinista
  • Mietitore
  • *****
  • Post: 19.697
  • K.Ar.Ma.: +3342
  • Pratico: Burpees :P
Re: Re:Le basi
« Risposta #77 il: Marzo 16, 2011, 17:24:03 pm »
0
Secondo me lo studio esasperato del footwork e' un errore, il movimento va sempre inserito in un contesto,il focus va mantenuto sull'azione e su un fine.

Il focus è fondamentale infatti! Anche quando si allenano gli spostamenti bisognerebbe sempre avere il focus del senso del movimento, come quando si fa shadowboxing...


P.S. - Perché intendi "studio esasperato" necessariamente come "slegato al focus"?


Studio esaperato lo intendevo con un accezione "stilistico-estetica".

Reminiscenze di tempi kungfungistici in cui  si spendevano infinite ore nel curare un footwork millimetrico che se ne andava ad arcore appena veniva cambiato il contesto o introdotto un elemento di focus differente.
In pratica ogni tecnica era a se' stante,cristallizata col suo footwork.
Mentre nella thai riscontro un lavoro piu' organico tale che lo stesso passo e' polifunzionale.  :)

Ok, ho capito perfettamente cosa intendi. :)

Sent from my x10 mini pro using Tapatalk
Cittadino del Territorio Libero di Trieste.

Offline Dipper

  • Designer
  • Mietitore
  • *****
  • Post: 12.859
  • What?
  • K.Ar.Ma.: +5647
  • Pratico: Karate - PA
Re: Re:Le basi
« Risposta #78 il: Marzo 16, 2011, 20:18:08 pm »
0
Nella nostra scuola come credo in tutte il footwork è la base di partenza, non c'è una esasperazione nello studiarla in modo singolare ma la si convoglia insieme allo studio delle tecniche di percussione,
in modo tale da poter far capire agli allievi l'effettiva utilità degli spostamenti.

Noi facciamo il lavoro sugli spostamenti (parlando di principianti), in maniera assai approfondita - proprio finché gli spostamenti non avvengono con naturalezza.

Come spostamenti di base cosa considerate?

Da noi, una volta impostata la corretta geometria della posizione di base, procedimo con spostamenti avanti e indietro, poi con le uscite a 45 e rotazione, a 90 o 180 gradi (ma é un discorso che si lega poi soprattutto alle armi, a mani nude uscite cosı ampie non servono...).

Una volta che ci si muove con disinvoltura con le geometrie di uscita e rotazione, applichiamo poi gli spostamenti con compagno che sferra degli attacchi (armati o disarmati), con l'obiettivo di far andare a vuoto tutti gli attacchi.

Io personalmente tendo a farmi un 'giretto' di spostamenti ogni volta che ne ho l'occasione... E trovo che il footwork sia veramente la chiave per iniziare a praticare muay thai. :)

Sent from my x10 mini pro using Tapatalk
Non ci crederai ma di recente ho iniziato anch'io con questo esercizio. Non me l'ha mai fatto fare nessuno, è uscito da solo...
Invece ho fatto molti esercizi del tipo in/out durante gli anni al dojo.
継続は力なり 空手の修業は一生である
UIPASC
AIF FIPL

Offline salix

  • Praticante
  • **
  • Post: 514
  • Cum humilitate audere
  • K.Ar.Ma.: +121
  • Pratico: Lallazione
Re:Le basi
« Risposta #79 il: Ottobre 14, 2014, 22:12:48 pm »
0
Piede arretrato nella posizione di guardia.
Considerato che la MMMT lo vuole diretto frontalmente, vedo la stragrande maggioranza aprirlo di circa 45°. Mi piacerebbe avere qualche parere in proposito e/o se ci sono scuole che lo consigliano e perchè.
Utopia non è una meta ma una direzione

Offline Muay Jack

  • Moderator
  • Eroe
  • *****
  • Post: 4.577
  • K.Ar.Ma.: +1417
    • Yamakasi Academy
  • Pratico: Muay Thai
Re:Le basi
« Risposta #80 il: Ottobre 15, 2014, 14:31:02 pm »
0
la posizione del piede a 45 perchè risulta piu rilassata e naturale come postura e  il peso si scarica meglio a terra, poi è questione di abitudine.
importante è che l allievo non tenga il piede laterale

Offline Darth Dorgius

  • Il Gestore
  • Macchinista
  • Mietitore
  • *****
  • Post: 19.697
  • K.Ar.Ma.: +3342
  • Pratico: Burpees :P
Re:Le basi
« Risposta #81 il: Ottobre 15, 2014, 15:39:45 pm »
0
Aggiungo: non è che la MMMT "lo vuole diretto frontalmente". Diciamo che dipende da scuola a scuola. In generale, è corretto da 0° a 45°.
Cittadino del Territorio Libero di Trieste.